Richiesto il raddoppio ferroviario tra Patti e Castelbuono

 

In un’interrogazione all’Assemblea Regionale Siciliana viene fuori, finalmente, il problema del raddoppio ferroviario della Palermo-Messina, ancora a binario unico per 88 km tra Castelbuono e Patti.

L’iniziativa è del deputato Regionale Giuseppe Laccoto che si rivolge, nella sua interrogazione, al Presidente della Regione e all’Assessore regionale delle Infrastrutture e della Mobilità.

Si ricorda, al proposito, che il Cipe nella seduta dello scorso maggio ha approvato il rifinanziamento del progetto di completamento della tratta da Patti a Castelbuono per l’intera tratta. I fondi necessari, potrebbero essere reperiti nel Recovery Fund.

“Il completamento del raddoppio ferroviario della tratta Messina Palermo è una priorità in termini di sviluppo economico e turistico – afferma l’on. Laccoto – è una necessità oggettiva se si vuole realizzare un piano integrato di sviluppo che ponga la modernizzazione e il completamento delle infrastrutture a servizio del territorio, delle imprese, dei visitatori e dei residenti: senza questa condizione non vi è crescita e non vi è futuro. Credo che possa valere lo stesso discorso della strada a scorrimento veloce Patti – Taormina: basta incompiute”.

Speriamo che, dopo tanti anni di inerzia, ci si muova per completare quest’opera fondamentale, non soltanto per la costa tirrenica della Sicilia, ma per tutti i collegamenti con il continente. Naturalmente, insieme alla indispensabile realizzazione del Ponte sullo Stretto.

34 Commenti