L’Associazione Comitati Civici denuncia il degrado dello storico rione dell’Albergheria di Palermo.

“Il degrado del quartiere Albergheria non si sconfigge con i gazebo.” è quanto dichiara in una nota stampa Giovanni Moncada, Presidente dell’Associazione Comitati Civici di Palermo, che un paio di settimane fa è stato ospite di PROGRESS ON LINE, il nostro approfondimento video del mercoledì sera.

“Quello istallato davanti l’ingresso secondario del Museo Gemmellaro, per ostacolare l’abbandono di ogni sorta di rifiuti, non è servito a nulla. La “capanna dello zio Tom” si è distrutta sicuramente con una folata di vento, obiettivo fallito.” Continua Moncada.

“L’enorme problema dei rifiuti e quindi della mancanza di igiene, come abbiamo fatto osservare in parecchie occasioni ai rappresentati delle istituzioni cittadine, lo si deve si deve risolvere con i controlli fisici e attraverso la video sorveglianza.”

In effetti, le foto parlano da sole. Sembra che certe zone di Palermo, purtroppo, siano destinate all’oblìo ed al degrado. Molto simili a tante che abbiamo mostrato relative alla presenza di immondizia nelle strade palermitane.

1 commento

  1. molto brutta anche la strada, sproporzionatamente larga per la zona. è la via mongitore, se non sbaglio. frutto di uno sventramento che doveva portare all’abbattimento del campanile di san nicolò e a molto altro, e che per fortuna si è fermato lì. brutti gli alberi di falso pepe non potati, gli stessi del parcheggio basile. una moda, quella del falso pepe, che spopolò nei primi anni duemila.
    allargherei i marciapiedi e pianterei dei filari di alberi ad alto fusto. jacarande, platani, pioppi, melie…trasformerebbero la strada in un bel viale alberato. al momento è un enorme parcheggio-discarica. fa schifo.
    non esiste un problema di spazio. come detto, la strada è sproporzionatamente larga per il quartiere. doveva essere un asse di penetrazione verso il porto, ecco perché è così larga. si restringa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui