Il  consueto tavolo tecnico regionale sul trasporto pubblico rivela alcune novità, non del tutto positive

 

Il 27 maggio 2021 in videoconferenza si è svolto il periodico tavolo di confronto fra Regione, Trenitalia, RFI ed i rappresentanti delle Associazioni dei consumatori, dei passeggeri e delle persone a mobilità ridotta.

All’ordine del giorno:

  • Principali indisponibilità estive 2021;
  • Adeguamento intermedio orario 2021;
  • Varie ed eventuali

Le indisponibilità estive di cui al primo punto riguardano il trasporto pubblico ferroviario e  sono dovute a lavori di manutenzione straordinaria in alcune tratte ferroviarie, tra cui la Catania-Siracusa (tra il 13 giugno ed il 31 luglio) la Cinisi-Castelvetrano (11-31 luglio) e la Bicocca –Catenanuova per i lavori di raddoppio ferroviario (13 giugno – 11 settembre).

Riguardo alle interruzioni al traffico delle linee ferroviarie, è stata rappresentata dai convocati la necessità di incrementare il livello della comunicazione all’utenza, avvertita dei disservizi, parzialmente alleviati dalla presenza dei bus sostitutivi,  con eccessivo ritardo ed a titolo di viaggio già in vendita.

ADOC, attraverso il proprio rappresentante, Roberto Di Maria ha proposto di ricorrere, laddove possibile, al lavoro notturno nelle tratte interessate dagli interventi, onde ridurre i periodi di totale chiusura all’esercizio delle linee ferroviarie.

Per quanto concerne il biglietto unico integrato, è stata evidenziata da ADOC la scarsa, se non assente, disponibilità del titolo di viaggio presso i rivenditori AMAT. Sottolineando, nello stesso tempo, la necessità di attivare titoli di viaggio orari, più consoni all’esigenza dell’utenza del trasporto pubblico.

Altro tema sollevato da ADOC è stata la necessità di incrementare la frequenza del servizio all’interno del passante ferroviario di Palermo, tramite l’aumento delle fermate dei Regionali Veloci diretti all’aeroporto Falcone Borsellino, soprattutto a favore di fermate come Tommaso Natale, Sferracavallo e Isola delle Femmine, aree densamente abitate e/o meta di turismo balneare.

La proposta è stata presa in considerazione nell’ambito della prossima riorganizzazione dell’offerta del servizio commerciale programmata per il prossimo anno.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui