6.1 C
Palermo
lunedì, Novembre 29, 2021

Roberto Palermo

STAZIONE DI CEFALU’, IL TAR DA RAGIONE AL COMUNE

NELL’ANNOSA VICENDA DELLA GALLERIA DI SFOLLAMENTO DELLA STAZIONE FERROVIARIA, UNA INDISCUTIBILE VITTORIA DEL COMUNE DI CEFALU’

Con Ordinanza in data 29 giugno 2021, la Prima Sezione del TAR di Palermo ha respinto il ricorso cautelare promosso da Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., relativo alla emissione dei provvedimenti propedeutici alla realizzazione dell’imbocco della galleria carrabile di sfollamento di Via Pietragrossa, nell’ambito dei lavori del raddoppio ferroviario Ogliastrllo – Castelbuono.

Si tratta, in sostanza, di una sentenza che dà ragione al Comune, che non aveva voluto emettere provvedimenti a supporto dei lavori per la galleria di sfollamento della futura stazione sotterranea di Cefalù, da realizzare all’interno della galleria omonima.

Per il TAR, “… la nota del Sindaco che si assume lesiva…”, è riferita “…esclusivamente alla mancata adozione dell’ordinanza per la regolamentazione del traffico veicolare in corrispondenza delle opere di imbocco della rampa…” , e non ha “…natura di provvedimento conclusivo…” , bensì “…pone come condizione l’approvazione concordata di una variante al progetto definitivo che preveda l’eliminazione della galleria di sfollamento, per scongiurare presunti rischi in ordine alla stabilità degli edifici sovrastanti attestati nella relazione di consulenza esibita dal Comune di Cefalù”.

Per il TAR, oltretutto, parte ricorrente non è riuscita a dimostrare “… con la necessaria adeguatezza e linearità…” la conformità “…della localizzazione dei lavori da avviare rispetto al progetto definitivo ed esecutivo…”.

Per il sindaco Rosario Lapunzina, “ Il provvedimento del TAR rende giustizia ad una posizione, quella del Comune, assolutamente lineare, da sempre improntata al fattivo dialogo con Rete Ferroviaria Italiana e con le preposte Istituzioni, per la soluzione di una tematica, quella del rischio idrogeologico, che è reale, riguarda l’interesse della Comunità e mai è stata utilizzata in modo strumentale.”

Per il Sindaco, “Rimane incomprensibile come, dopo un lungo iter che pareva doversi concludere con l’individuazione di soluzione alternative, RFI abbia deciso di impuntarsi, al fine di realizzare una galleria di sfollamento che è opera assai rischiosa e che, oltretutto, è bene ricordarlo, non è quella prevista nel progetto definitivo approvato in Conferenza di Servizi”.

Il Sindaco Lapunzina conclude con un auspicio: “ Confidiamo in una immediata ripresa del dialogo, perché possa definirsi, in via sollecita e in piena sicurezza, il percorso che deve portare alla realizzazione della nuova stazione sotterranea, a servizio della Città”.

Si spera, aggiungiamo noi, che questo contenzioso non arrechi ulteriori ritardi ad un lavoro, il raddoppio della tratta Ogliastrillo-Castelbuono, in fase di costruzione da tempi lontanissimi: l’appalto fu aggiudicato nel 2012!

 

 

Notizie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso!

20,576FansLike
477FollowersFollow
237SubscribersSubscribe

Ultimi Articoli