10.6 C
Palermo
domenica, Dicembre 5, 2021

Roberto Palermo

TAVOLO TECNICO REGIONALE PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

Il 16 settembre 2021 si è svolto presso i locali dell’assessorato regionale alle Infrastrutture ed alla Mobilità, il periodico tavolo di confronto fra Regione, Trenitalia, RFI ed i rappresentanti delle Associazioni dei consumatori, dei passeggeri e delle persone a mobilità ridotta.

La riunione del tavolo tecnico è stata convocata con il seguente ordine del giorno:

  • Consuntivo servizi aggiuntivi offerti anno 2021;
  • Varie ed eventuali

La riunione si è svolta alla presenza dell’ing. Giuseppe Di Miceli responsabile del Servizio 2 trasporto regionale ferroviario dell’Assessorato, in sostituzione dell’assessore Marco Falcone, assente per motivi personali.

Il Direttore regionale Trenitalia, dott. Vincenzo Pullara, ha esposto gli ottimi risultati ottenuti con i treni aggiuntivi che sono stati inseriti in rete durante il periodo estivo e segnatamente il Taormina Line, il Cefalù Line, il Barocco Line.

I presenti, in rappresentanza dei consumatori e dei pendolari, hanno esposto i loro rilievi sullo schema di orario invernale fatto pervenire da parte dell’assessorato. Tuttavia, dato l’esiguo lasso di tempo per un esame accurato, si è convenuto di aggiornare il tavolo tecnico per approfondire in maniera più puntuale il contenuto dello stesso.

E’ stato comunque rilevato da più parti che non vi sono cambiamenti sostanziali nella predisposizione di corse ed orari, nonostante le richieste già fatte pervenire nelle precedenti riunioni.

Il rappresentante ADOC, ing. Roberto Di Maria, ha sottolineato l’esigenza di una razionalizzazione degli orari, in considerazione di un tipo di servizio differenziato per aree territoriali. Ad esempio, ha nuovamente sottolineato l’inadeguatezza dell’offerta nelle aree metropolitane (Palermo, Catania, Messina) per quantità di corse e per qualità degli orari, rappresentando che essi risentono della stessa impostazione dei servizi attuati su scala regionale.

Nelle relative linee occorrerebbe invece incrementare le frequenze, il numero di fermate e cadenzare gli orari, a differenza di quanto avviene oggi con periodi, anche di punta, serviti troppo poco ed addensamento di corse in periodi in cui non ce ne sarebbe bisogno.

Ha inoltre evidenziato, durante la riunione del tavolo tecnico, la disuniformità del materiale rotabile, a causa della necessaria soluzione dell’incompatibilità dei nuovi treni POP con alcune linee regionali (Palermo-Agrigento, Palermo-Catania e Passante ferroviario), chiedendo una sollecita soluzione del problema. I rappresentanti Trenitalia hanno garantito che ciò sarà fatto, a partire dalla Palermo-Catania e proseguendo con la Palermo-Agrigento, a seguito di opere civili di adeguamento strutturale che saranno effettuate a partire dal 2022.

Il rappresentante ADOC ha anche evidenziato il permanere della condizione della Bicocca-Catenanuova, ancora chiusa al traffico il ci servizio è svolti mediante autobus sostitutivi con conseguente aggravio sui tempi di percorrenza, che si aggirano mediamente sulle 4 ore nella relazione Palermo-Catania. In questo caso, i disagi termineranno entro la fine di settembre, in relazione all’ultimazione degli interventi di raddoppio ferroviario che interferiscono con l’esercizio. I lavori sulla linea ferroviaria proseguiranno a traffico aperto.

 

 

 

 

Notizie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso!

20,576FansLike
477FollowersFollow
237SubscribersSubscribe

Ultimi Articoli