SEMPRE PIU’ DEGRADO A PALERMO, NELL’INDIFFERENZA DELL’AMMINISTRAZIONE. LO SCANDALO DEI BOTTI

La segnalazione, come al solito, è dell’Associazione Comitati Civici. Questa volta tocca alla grande discarica esistente in largo Michele Gerbasi nel quartiere Albergheria. Sono presenti, per l’occasione, pure i resti dei “botti” che vengono continuamente sparati ad ogni ora del giorno e della notte, in ogni giorno dell’anno (nelle foto eguenti, indicati con le frecce).

Un problema molto grave. Oltre a provocare evidenti disagi alla popolazione e, nella fattispecie, ai piccoli ricoverati nel vicinissimo ospedale pediatrico  Di Cristina, questa barbara usanza distrugge anche l’asfalto e inquina l’ambiente. Il tutto avviene, ovviamente, pubblicamente e senza possibilità di nascondere il misfatto, dato che i fuochi d’artificio sono fatti per essere visti e sentiti anche a grande distanza.

Sarebbe opportuno ed urgente, come chiede giustamente il Comitato, intervenire con la bonifica ed il diserbo del sito, oltre che con i dovuti controlli del territorio da parte delle Forze dell’Ordine per perseguire questi reati nel rispetto della legge.

Purtroppo, temiamo che l’appello possa cadere nel vuoto. Come abbiamo visto per i surreali (e fuori norma) cartelli per la distanza di sicurezza tra autoveicoli e ciclisti,  a Palermo si preferisce puntare tutto su avvisi e segnali, invece che sulla vigilanza attiva e le sanzioni. Temiamo, quindi, che anche in questo casosi intervenga allo stesso modo.

Magari apponendo dei cartelli “divieto di fuochi di artificio” nelle principali piazze della città. Non prima di aver istituito un’apposita “Consulta per i fuochi d’artificio”….. Se no, chi  si prenderebbe il merito di certe genialate?

 

degrado immondizia botti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui