Con le Reti TN-T ieri e il PNRR oggi, l’Ue indica un preciso ruolo del Sud d’Italia nel panorama euromediterraneo. I governi italiani sembrano non ascoltare. Questa raccolta di saggi lancia una proposta.

L’E-book è scaricabile a questo link

In questa nuova iniziativa editoriale, patrocinata dal Rotary Club dello Stretto, si analizza il più grande investimento di risorse da parte dell’Unione europea di cui il nostro Paese potrà beneficiare. In teoria dovrebbe ridurre il divario tra Nord e Sud, ma nella realtà sarà così?

La raccolta, curata da Giovanni Mollica ed Enzo Siviero e realizzata con la collaborazione di Sicilia in Progress, contiene contributi sul tema dell’inserimento del Meridione nei piani europei di rilancio dell’economia dopo l’emergenza pandemica. Tra questi, quello del nostro amministratore  Roberto Di Maria (a pag. 45).

La speranza è che il governo italiano sappia cogliere per tempo il ruolo di questa area nel panorama euromediterraneo seguendo le indicazioni che provengono dalla stessa Unione Europea.

I contributi provengono dai seguenti autori:
Pino APRILE, Gandolfo Maurizio BALLISTRERI, Pietro Massimo BUSETTA, Peppe CARIDI, Mario Primo CAVALERI, Claudio CELANI, Cateno DE LUCA, Francesco Saverio COPPOLA, Antonio CORVINO, Roberto DI MARIA, Marco ESPOSITO, Pino FALZEA, Tonino GENOVESE, Ercole INCALZA, Fabrizio MARONTA, Salvatore MATARRESE, Marcello MINENNA, Giovanni MOLLICA, Francesca MORACI, Nello MUSUMECI, Roberto OCCHIUTO, Marcello PANZARELLA, Fernando RIZZO, Enzo SIVIERO, Giovanni SPALLA, Pietro SPIRITO, Santo STRATI, Carlo Alberto TREGUA

Per scaricare l’ebook, cliccare qui: ebook_PNRR_STRETTO interattivo_

3 Commenti

  1. Vorrei sapere se questo vostro lavoro, che vedo ospita anche un Intervento del presidente Nello Musumeci,..contiene anche l elenco dei trenta progetti respinti dalla Presidenza del Consiglio, perché finora, nonostante ci sia stato attento, ho solo letto commenti sulla Stampa sul dato numerico ma non sul merito dei singoli progetti e sulle motivazioni del rigetto.

  2. Se non capiscono che un sud competitivo farà bene a tutto il paese e all’Europa allora … l’unità è solo di facciata, ci vedono come competitori, quindi fummo e restiamo colonia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui