IN UNA NOTA CHE VI MOSTRIAMO IN ANTEPRIMA, LA MUNICIPALIZZATA RESET COMUNICA LA SOSPENSIONE DEL SERVIZIO. TUTTI I DIPENDENTI SI FERMERANNO DAL 1/1/2022

La nota è di quelle che un amministratore pubblico non vorrebbe ricevere mai. Di quelle che ti fanno capire di essere arrivati al “dunque”.

RESET (Rete Servizi Territoriali S.c.p.a), la municipalizzata palermitana che si occupa delle Manutenzioni edili e del verde, nonchè dei servizi cimiteriali, getta la spugna. E lo comunica nella nota che vi mostriamo, in anteprima, essendone entrati in possesso. La causa è la scadenza del contratto di servizio con il Comune (evidentemente l’ultimo giorno dell’anno) e ed il periodo di “vacatio” fino alla firma del nuovo contratto per il 2022, ancora di là da venire.

C’è da chiedersi, a questo punto, cosa stia ritardando la firma del contratto, e come mai lo stesso non sia già stato firmato, con decorrenza dal 1° gennaio 2022. O, se volete, in generale, se esista ancora qualcosa che funziona al comune di Palermo. D’altronde, i disagi delle municipalizzate palermitane non sono una novità.

Si legge, tra le altre cose che “In attesa della sottoscrizione del nuovo contratto…. la Società non potrà erogare dal 1 gennaio e fino alla data di sottoscrizione e decorrenza dello stesso le prestazioni dei servizi al Comune di Palermo“.

In questo periodo il personale dipendente “è posto in ferie (o altri istituti contrattuali con saldo positivo)”: pertanto, i lavoratori rimangono a casa in ferie forzate, in modo tale da non gravare sul bilancio dell’azienda. Pensate quanto saranno contenti i dipendenti RESET.

Ci sono le eccezioni fortunatamente, in quanto, come si legge nella nota “la disposizione si applica parzialmente” ai lavoratori addetti alla custodia presso i Cimiteri cittadini (ci mancherebbe…) e presso i canili municipali o l’ex Mattatoio e Presidio Veterinario. Ma non si precisa quanti, fra gli addetti, rimarranno in attività e quanti resteranno a casa.

Insomma, l’ennesima pagina di cattiva amministrazione che viene scritta a Palermo. A quando la prossima?

RESET NOTA SOSPENSIONE

126 Commenti