Ponte Stretto: Musumeci non molla, “Cosa aspetta Roma?”

“Nella nuova pianificazione puntiamo sulle grandi infrastrutture: il ponte sullo Stretto, i porti, le strade, le ferrovie… Cosa aspetta a Roma a fare i progetti e a finanziarli visto che si tratta di opere di competenza romana?”.

E’ la sollecitazione del presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, nel videomessaggio di fine anno.

Ci fa piacere che il governatore della nostra regione scopra, di tanto in tanto, la questione fondamentale del Ponte, in grado, come sosteniamo da sempre, di sbloccare enormi possibilità per l’economica siciliana. Basti pensare alle ferrovie ed al fallimento di qualsiasi tentativo di migliorare il sistema attualmente in funzione con metodi “dinamici” i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti, e di cui il famoso Frecciabianca è soltanto l’ultimo esempio.

Nella consapevolezza che, senza Ponte, non soltanto non avremo mai l’alta Velocità in Sicilia, ma neanche la portualità diffusa in tutto il meridione, con la nostra isola partner principale nella logisitica del traffico merci europeo da e per l’Estremo Oriente.

Speriamo che il nostro Presidente continui ad insistere per quest’opera essenziale, che lo Stato, con tutta evidenza, non vuole realizzare, perdendo anche l’occasione irripetibile del PNRR. Inventandosi, peraltro, anche la bufala dell’assenza del progetto, che invece è li, pronto allo stato definitivo, da oltre 8 anni, in attesa soltanto di essere aggiornato e, finalmente, eseguito. Una bugia alla quale il nostro governatore, evidentemente, sembra credere.

Gli suggeriamo, sommessamente, di guardare verso l’altra sonda dello Stretto, dove il presidente Occhiuto ha sempre dichiarato, sin dall’inizio del suo recente incarico, che l’Opera è essenziale anche per i destini della Calabria. Stringa finalmente un accordo che vada al di là dei semplici proclami, costringendo il governo, di fronte ai rappresentanti di oltre 7 milioni di italiani, a fare sul serio.

presidente regione Musumeci
Il Presidente della regione Nello Musumeci ai nostri microfoni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui