Per OSO le prossime entrate creano un’occasione unica per risanare il bilancio comunale e propongono di lavorare insieme, superando i dissidi e le convenienze politiche

Il comune di Palermo incasserà 237 milioni di euro in entrate nel 2021, ovvero circa 30 milioni di € in più del 2020. Incrementato, in particolare, il gettito di IMU e TARI; peggiora quello relativo a TOSAP e ICP per minor occupazione delle aree pubbliche. Lo mostra una tabella pubblicata nel corso di una conferenza di stamattina del gruppo consiliare OSO, presenti i consiglieri Ugo Forello e Giulia Argiroffi (QUI in una nostra conversazione).

Ma le buone notizie non finiscono qui: se entro il 15 febbraio viene stipulato l’accordo con il Governo per il ripiano del disavanzo, a Palermo entreranno 475 milioni di € dall’anno prossimo fino al 2042. E’ pertanto necessario prepararsi a programmare per i prossimi 20 anni, approfittando di una situazione unica che può portare al ribaltamento della attuale situazione di dissesto dei conti pubblici.

Il Comune, invece, ha predisposto per le finanze comunali un Piano di riequlibrio che non convince e, soprattutto, ha ricevuto il parere negativo del Collegio dei revisori dei conti, in quanto non risolte il problema delle partecipate, ormai in  squilibrio strutturale.

Inoltre, il Piano prevede l’eliminazione di 3 circoscrizioni, portando a quattro il numero degli enti decentrati a Palermo: Per OSO, “il decentramento è una risorsa” e quindi tale approccio porterebbe più danni che vantaggi.

In ultimo, il piano di riequilibrio non prevede un incremento della pianta organica che invece viene richiesto dall’accordo per il ripiano del disavanzo-

E’ opportuno quindi, sempre secondo Forello ed Argiroffi, creare le condizioni per una revisione radicale del piano di riequlibrio, onde poter accedere all’accordo con il governo ed usufruire degli enormi vantaggi che ciò comporterebbe per la città.

I consiglieri non affrontano in questa fase problemi di dettaglio, come, ad esempio, l’eccessivo impatto del trasporto pubblico, ed in particolare del sistema tranviario, sui conti comunali. Lo faranno, se sarà accolto il loro appello, all’interno di un tavolo tecnico permanente che veda la presenza della giunta insieme ai tecnici comunali, segretario generale, ragioniere generale ed ai consiglieri, in rappresentanza dei cittadini.

E’ una questione di metodo per i prossimi 20 anni, necessaria, secondo OSO, per pianificare l’utilizzo di queste risorse e riscrivere il piano di riequilibrio in cui tutti i rappresentanti della cittadinanza ed i principali responsabili dovranno fare la loro parte.

tabella oso bilancio palermo

OSO CONFERENZA BILANCIO STAMPA

16 Commenti

  1. Ma non era un sito di informazione indipendente su solo infrastrutture? Che delusione che siete che date voce a propaganda politica di qualsivoglia colore…

    • Quindi secondo lei cosa dovremmo fare per essere “indipendenti”? Rifiutare gli inviti alle conferenze stampa? A parte che “solo infrastrutture” lo dice lei, ma è forse convinto che il bilancio non c’entra nulla con le infrastrutture? La pensi come vuole…
      P.S.: Quando abbiamo intervistato, n volte, sindaco di Palermo e persino assessore alla mobilità, lei forse non ci seguiva ancora. Abbiamo anche partecipato a conferenze stampa dell’amministrazione e di chiunque ci abbia invitato. Verifichi pure, prima di giudicare.

      • probabilmente è cosi 🙂

        sa ingegnere, il problema è a chi da voce nello specifico. Ho seguito tante volte consigli comunali, conferenze stampa di oso e quant’altro. Parlano solo ed esclusivamente di conti e conticelli, non hanno *alcuna* visione per palermo. Nessuna!

        Cio deriva dal fatto che derivano da una dialettica politica 5S dove si pensa ad aprire tutto come una scatoletta di tonno, consiglio comunale incluso. Peccato che questo tipo di politica sia implosa, si veda a livello nazionale i grillini quanto sono diventati miserabili.

        Tornando a noi, guardi le domande ben precise di punteruolorosso. Sono le domande che moltissimi palermitani si pongono da tempo. Che fa la argiroffi? risponde all’utente dicendogli che ha la “raggia”. Sbaglio o la argiroffi è in un consiglio comunale? Sbaglio o è pagata con i soldi dei contribuenti? Sbaglio o punteruolorosso è anche lui un contribuente? Che gli piaccia o no, la argiroffi DEVE rispondere, se è un briciolo di dignità. Persino faraone ha sparato la sua sul tema infrastrutture (pro mal), e su quest’ultimo stendo un velo pietoso. OSO invece che fa? ‘Ecca vuci, “i conti non vannnoohh!!1!1!1” e poi non propongono nulla, una visione vuota per palermo.

        E’ veramente questo il tipo di politica che ci meritiamo? Eppure lei, ing. di maria, ha le visioni ben chiare. Forse dovrebbe dare qualche dritta a sti politici da quattro soldi…

  2. @poldo, è un ottimo sito. ha i suoi favoriti, ma chi non ne ha? lascia parlare tutti, anche te e me. mette a disposizione dell’utente un bagaglio tecnico invidiabile.
    piuttosto mi lascia perplesso l’argiroffi, che se non sbaglio è architetto, ma si occupa solo di conti. da un architetto mi aspetto che voli alto, che si occupi della città del futuro sul piano urbanistico e paesaggistico, e che abbia idee geniali e pazze, quasi utopiche, che facciano sognare.
    per la pretestuosa lamentela sui conti non c’è bisogno di architetti, basta un rispettabilissimo diplomato in ragioneria. uno spreco di risorse.
    sono sicuro che l’arch.argiroffi ha ottime idee, ma non ci è dato conoscerle. ho seguito diverse dirette video sperando di sentirne qualcuna, ma era tutto un parlare di bilancio, di spese, di costi. non voglio attaccarla, la vorrei piuttoto stimolare.
    ci faccia sapere, anche tramite questo sito, quali sono i suoi progetti per palermo.
    abbiamo capito che il tram non lo vuole. appoggerà almeno le linee sopravvissute al suo folle emendamento? o vuole affossare anche quelle?
    è chiaro che, dal punto di vista del bilancio, è meglio non fare niente. nessun investimento, nessuna infrastruttura. tutto pesa sulle tasche dei cittadini, e i cittadini non vogliono uscire un soldo. ma quanto pesa il doversi spostare sempre in macchina? quanta benzina in più ci vorrà per una linea di tram o di metro in meno?
    vuole fare la metro leggera, o soltanto mettere qualche 101 in più?
    come intende collegare monreale? (il tram è stato bocciato, i bus sono bloccati nel traffico).
    che idee ha su: parco dell’oreto, costa sud, interramento del lungomare, interramento delle corsie centrali della circonvallazione, tunnel per il porto, pedemontana, greenway, piste ciclabili, cassarà ecc.?
    borgate marinare?
    intende creare spazi culturali a disposizione degli artisti liberi, o delle solite lobby (anche orlandiane)? fermare la gentrificazione del centro storico adibendo immobili restaurati ad edilizia popolare? fermare l’agonia dei mercati incoraggiando l’impianto di nuove botteghe?
    vuole riaprire qualche cinema in centro? (astoria, finocchiaro…)
    non si vincono le elezioni parlando di conti, ma con le idee. sono sicuro che ci sono. andrebbero comunicate.

    • Grazie degli apprezzamenti per il sito. Proveremo a far pervenire le tue tante domande alla consigliera Argiroffi, anche se sono sicuro che ci sta seguendo.

      P.S.: non abbiamo “favoriti” semplicemente abbiamo delle idee, e molto chiare. Capita che coincidano con idee di altri soggetti, anche più volte 😉

  3. Se vuole anche lei sognare come me, invece di accusare di cose palesemente false condendo le accuse con raggia evidente che svela ipocriti pregiudizi, provi a informarsi prima (fa sempre bene informarsi…)

    Provi a cercare il progetto WWIIMM per esempio.

    • eppure punteruolorosso ha espresso delle domande precise ed in maniera abbastanza garbata. Come rappresentate dei cittadini mi sembrerebbe normale rispondere in maniera consona e non offendere l’intelligenza altrui (cosa che purtroppo ho visto molte nei suoi post FB e non la gradisco, ma questo sarà il suo modo di fare “politica” e me ne faccio una ragione). Basta non fare giri di parole e rispondere concretamente, se si hanno le risposte, senza offendere. Non è difficile 🙂

      Dunque? Quali sono le SUE idee?

    • 7 pagine di nulla, è peggio del progetto del tram 😀

      …addirittura manco va il sito web, STO VOLANDO ALTISSIMO ahahahahhahahahahahhaah

    • che rammarico, ancora nemmeno uno straccio di risposta a quelle poste da punteruolorosso. Come volevasi dimostrare, non ha uno straccio di idea per questa città, nulla di nulla 🙂

  4. @giulia argiroffi, giusto valorizzare le cisterne di nervi, ma serve il suo contributo sui temi della mobilità, del verde, della cultura, della disabilità. la prego di abbandonare la strategia contabile e di dedicarsi, costi quel che costi, a un progetto per palermo. chieda all’ing. di maria, lui ha molte idee. la prego di dirlo anche a ugo forello, un ragazzo di buona volontà ma “grevio” di idee, impalpabile sul piano dei progetti e spinto da un’inerzia che lo sta consumando a poco a poco. giusto catania è probabilmente un presuntuoso, ma anche lui ha idee chiare. contestarle è legittimo, ma dev’essere offerta un’alternativa. avete distrutto il progetto del tram? bene! e che offrite in cambio? conti in ordine?
    “ci dissi u superiuri ‘a batissa: senza picciuli un sinni canta missa”

    si ascolti il podcast delle meraviglie di radio3, la puntata dedicata a maredolce raccontata da giuseppe barbera. forse dovremmo partire proprio da maredolce, da una nuova centralità nel quadrante di sud-est che sappia recuperare il rapporto con l’acqua, sia dolce che salata. e che dire dell’idea visionaria del prof.panzarella di riportare l’oreto sotto al ponte dell’ammiraglio e di arretrare la stazione centrale proprio a branccaccio, affiancandole il nuovo palazzo della regione? c’è un silenzio assordante da parte sua e dei suoi colleghi.

    https://www.raiplaysound.it/audio/2022/01/Le-meraviglie-del-08012022-fd01a729-f402-4b03-8ae9-26e5b3751c0c.html

    • a mio avviso non hanno alcuna intenzione di offrire un’alternativa. Si appellano al fatto che è stralciata e questo riguarda solo la linea A, sapendo che eliminando questo tassello crolla tutto. Cosi, in maniera abbastanza lineare, si crea un alibi al fatto che tutte le altre linee non servono a nulla. Cosi facendo si raccapezzano tutti i voti della feccia piu comodista e immobilista di questa città, quelli con il sedere incollato all’auto e che vorrebbero di nuovo il traffico in via maqueda.
      Non mi pare nemmeno che abbiano (OSO) fatto un eclatante coming out sulla MAL, perche anche per fare questa servirebbero i lavori, di certo molto piu invasivi di quelli del tram. Ma sarebbero scelte non popolari, quindi meglio tacere e non progredire per non perdere consenso. D’altronde, cosa ci si puo aspettare da una che giudica i lavori per l’anello fatti per realizzare una fermata al politeama “senza senso”.
      Purtroppo speranza ce n’è poca, provo un’immensa pena per questi soggetti, “ominicchi” e “donnucchie” senza alcun valore e senza alcuna lungimiranza, poi ti sbattono in faccia un progettino da 5a elementare su quattro cisterne e te le spacciano per grande innovazione.

      La argiroffi non risponderà perchè non ha risposte, né visioni, né idee. Il nulla cosmico tipico degli ex-grillini, “vuciari a matula”.

      • @poldo, diamole tempo, si ravvederà.
        a proposito di conti, restituire centinaia di milioni non mi sembra una bella mossa dal punto di vista finanziario. questi soldi tolti al tram non vanno in reddito di cittadinanza, buche o nuovi autobus. tornano a roma e alle reti tram che si stanno facendo da napoli in su.
        la bolletta della luce per tenere in piedi le linee di tram? costa meno di quella della benzina. lasciare l’auto a casa fa risparmiare ed evita guai all’ambiente.
        vorrei anche chiarire una cosa. non sono un politico né un consigliere comunale ma un cittadino palermitano che abita in germania. qui si va tutti in tram, male che vada in metro, quasi mai in autobus. città grandi e piccole della germania in cui il traffico non esiste perché i mezzi pubblici funzionano. provo una discreta antipatia nei confronti della compagine orlandiana, che ha fallito su quasi tutto. ancora più antipatici mi stanno i politici che, con il solo obbiettivo di far cadere orlando, lavorano contro la città.

        • mi trovo assolutamente d’accordo con te su tutto, persino sull’antipatia verso la giunta di orlando che, a dirla tutta, una buona ne pensa, e dieci male ne fa.

          Cio’ che fa rabbia è l’assoluta indifferenza di tutte le altre forze politiche, che si elevano a protettori dei palermitani quando in realtà sono campioni di benaltrismo, indifferenza ed immobilismo. E non lo dico a vanvera, ho vissuto tanti anni fuori dall’italia, dove le cose si pensano, si discutono con la cittadinanza, e si fanno. Qui invece cosa si fa? Si hanno dei progetti, si trovano delle lacune, e si affossano questi dando cosi voce alla peggiore feccia della città invece di cercare un modo per correre ai ripari. E questo è lo stesso modus operandi di quelli di OSO, che fanno conti e conticelli (giusto per carità) ma che non portano nessuna proposta concreta e nessuna visione per la città. Se uno gli chiedesse quale sarebbe la palermo che sognano tra dieci anni, non sarebbero manco in grado di farti una supercazzola :/

          …e ancora aspettiamo con grande eccitazione le proposte/risposte della argiroffi sulla palermo di domani (ribadisco, sempre che ne abbia). Risponde prontamente ai post su FB dei suoi seguaci ma a domande piu articolate probabilmente si tira indietro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui