Ferrovie, in gara la nuova Fermata di Acireale. Musumeci: «Il treno come una metro verso Catania»

 
«Acireale avrà presto una nuova fermata ferroviaria. Un altro impegno assunto dal mio governo nel 2018 che adesso si concretizza. Sarà un’infrastruttura fondamentale affinché i centri dell’area etnea siano sempre più connessi a Catania facendo funzionare la ferrovia come una metro». Lo afferma il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, rendendo nota la pubblicazione, da parte di Rfi, della procedura per affidare la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori di costruzione della nuova Fermata ferroviaria di Acireale–Bellavista, lungo la tratta Messina-Catania-Siracusa.
 
«Grazie alla concreta visione programmatica messa in campo dalla Regione – aggiunge l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone –  oggi muoviamo un passo decisivo verso la reale integrazione infrastrutturale fra Catania e uno dei centri più importanti della provincia etnea, qual è Acireale. Con la nuova Fermata ferroviaria Acireale-Bellavista, l’intera linea tra Giarre e il capoluogo etneo assumerà la funzione di moderna metropolitana di superficie, con il conseguente aumento delle frequenze e una maggiore vicinanza alle esigenze degli utenti. Il governo Musumeci, così come si attendeva da decenni, aveva assunto l’impegno di portare i treni a sostare a pochi passi dal cuore del centro storico di Acireale, città barocca dalle molteplici vocazioni economiche e culturali. Oggi possiamo dire di essere sempre più vicini a questo storico traguardo infrastrutturale per tutta l’area etnea». 
 
L’appalto, dal valore complessivo di oltre quattro milioni di euro, scaturisce dall’intesa raggiunta nel 2018 tra Regione Siciliana, Rfi e Comune di Acireale per realizzare uno scalo ferroviario meglio collegato alla città, in corrispondenza della zona di piazza Cappuccini e della Statale 114. L’opera prevede anche la realizzazione del parcheggio a servizio della Fermata e la relativa viabilità di accesso a via De Gasperi. La scadenza di presentazione delle offerte è fissata per il prossimo 15 aprile alle ore 12. 
 
«Nel progetto voluto dal governo Musumeci – prosegue Falcone – è previsto il collegamento diretto con il tessuto urbano di Acireale e l’intermodalità con i parcheggi cittadini e i trasporti locali. Per tanti fra lavoratori, studenti e pendolari sarà possibile raggiungere, via treno, in dieci minuti il centro di Catania e in una ventina di minuti l’aeroporto etneo grazie alla Fermata Fontanarossa realizzata nel 2021. Stiamo finalmente realizzando una vera alternativa ferroviaria sostenibile all’auto privata e ai trasporti su gomma – conclude l’assessore  – per migliorare la qualità della vita di tutti».
Fin qui, la nuova opera. Ma occorre ricordare, all’assessore Falcone ed al governo Musumeci che il passante ferroviario di Catania, già in esercizio, può contare su un numero di treni ancora insufficienti. Non c’è un orario cadenzato e spesso, nelle sue fermate, è necessario attendere oltre un’ora per vedere fermare un treno. Speriamo che, insieme alla nuova fermata, si appronti un serio programma di potenziamento del servizio, in questo e negli altri passanti ferroviari siciliani.

2 Commenti

  1. I will immediately take hold of your rss as I can’t to find your e-mail subscription hyperlink or e-newsletter service. Do you’ve any? Kindly allow me know in order that I could subscribe. Thanks.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui