Reportage esclusivo dal parcheggio di Tommaso Natale, accanto la stazione del Passante

Il reportage video di Gioele Pennino sul parcheggio pronto ma chiuso da 1390 giorni esatti, ci mostra come la situazione di queste strutture, realizzate in funzione intermodale, siano del tutto ignorate da chi gestisce i sistemi di trasporto in città. Contraddicendo clamorosamente, in tal modo i proclami che abbiamo sentito per anni sulla necessità di rendere sostenibile la mobilità, convincendo i palermitani a lasciare l’auto privata per il mezzo pubblico.

Cosa ci sarebbe di meglio di un parcheggio da oltre 120 posti realizzato accanto ad una stazione ferroviaria? D’altronde, era proprio questo che prevedeva il progetto, realizzato da RFI nell’ambito del Passante ferroviario: il trasferimento modale dall’auto al treno e viceversa.

Eppure, per vicende che abbiamo più volte raccontato e che potete ritrovare nei nostri tanti articoli e reportage video degli ultimi 4 anni, il parcheggio rimane chiuso, in barba alla tanto declamata sostenibilità. Uno scandalo che continua nell’indifferenza generale di politici, stampa, giornaloni, giornalini e siti web compiacenti.

Noi di “In Progress” continueremo a stare sul pezzo, senza guardare ad appartenenze politiche e convenienze che non ci interessano. Chi scrive vuole stare dalla parte dei cittadini e non cerca nomine politiche, magari sotto forma di assessorati. Certe cose le lasciamo fare ad altri….

link:

PARCHEGGIO TOMMASO NATALE, BRUTTE NOTIZIE!

PARCHEGGIO TOMMASO NATALE, 965 GIORNI DI NULLA

VIDEO: I 950 GIORNI DEL PARCHEGGIO

VIDEO: SPECIALE PROGRESS ON LINE

 

2 Commenti

  1. è un esempio fra tanti. anche sferracavallo ha una stazione che sorge nel nulla di una strada senza marciapiedi né illuminazione né navette. ci sarebbe spazio per un parcheggio e un collegamento pedonale diretto con la piazza, ma niente.
    altre stazioni del passante non vengono servite da bus o tram, sono isolate o nascoste, simili a scantinati ammuffiti. il passante e la città non hanno nulla a che fare l’uno con l’altra. sono due mondi distinti che si ignorano. la freuenza è ridicola. un treno ogni mezz’ora se va bene, sennò ogni ora (un miliardo e due di infrastruttura).
    sul solettone non viene fatta nessuna strada carrabile, ciclabile o pedonale. c’era l’idea del centro direzionale a notarbartolo ma è tramontata. solo cancelli, resti di cantiere, macerie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui