NEL FILMATO, IL NUOVO PARCHEGGIO DISABILI DELL’AEROPORTO FALCONE-BORSELLINO. I MOLTI DUBBI ESPRESSI DA UN DISABILE

I nostri lettori ricorderanno che “In Progress”, da sempre attento ai diritti dei disabili, ha evidenziato, lo scorso mese di aprile, la grave situazione di disagio dell’attuale parcheggio per disabili a servizio dell’aerostazione palermitana: in particolare, ne abbiamo mostrato la lontananza dagli ingressi dell’aerostazione, ed il percorso accidentato da compiere per raggiungerla.

A pochi giorni dall’articolo si è tenuta una riunione tra l’ente gestore dell’aeroporto, GESAP, e le associazioni impegnate a tutela dei disabili, che avevano evidenziato da tempo il “problema” senza successo. Alla riunione ha partecipato anche ADOC Sicilia, appositamente invitata dopo aver chiesto spiegazioni su quanto evidenziato da “In Progress”.

Durante la riunione è stato garantito  lo spostamento del parcheggio in una posizione immediatamente attigua all’ingresso principale dell’aerostazione, lato “partenze”.

Oggi possiamo mostrarvi un reportage video, girato due giorni fa, che ci mostra lo stato del nuovo parcheggio, non ancora aperto all’esercizio. In coda al filmato, la libera valutazione di un disabile, il signor Biagio Mannalà che riportiamo integralmente.

In sintesi, possiamo dire che, per quanto oggettivamente più vicino all’aerostazione, il parcheggio, che presenta 38 stalli, è raggiungibile ancora attraverso un percorso considerevole per il disabile: circa 100 metri. Peraltro, tra l’aerostazione ed il parcheggio occorre superare una corsia per gli autoveicoli.

Da rilevare ancora che il parcheggio non è coperto, anche se questa informazione ci era nota già al termine della riunione sopra citata;  anche i percorsi, purtroppo, sono privi di copertura e non sono meccanizzati.

Risulta assente, almeno per il momento, la segnaletica verticale. La quale, ovviamente, dovrebbe interessare anche l’interno dell’aerostazione, onde consentire all’utente di individuare in maniera rapida la direzione da seguire per il parcheggio. Non abbiamo inoltre visto traccia del citofono di chiamata alla Sala Amica per richiedere assistenza.

Per quanto concerne il Pass, il nostro interlocutore ci fa notare come risulti alquanto anomala la richiesta di esporlo in auto: una disposizione valida per il vecchio parcheggio ma che non sembra essere stata revocata per il nuovo. In realtà, il disabile dovrebbe essere messo in condizioni di portarlo con se, anche perchè potrebbe essergli utile nei luoghi in cui dovrà recarsi.

Sorprende anche l’affidamento della gestione alla Polizia Municipale di Cinisi che il sig. Biagio Mannalà sottolinea, evidenziandone la stranezza. Una gestione che, invece, ci si aspettava essere di competenza di GESAP.

Su tutti questi punti, ci aspettiamo chiarimenti e novità positive. Restiamo sempre attenti a quanto avverrà, sperando di vedere migliorate le condizioni dei disabili che, come in questo caso, non vengono prese seriamente in considerazione.

Invitiamo tutti a visionare il filmato, onde rendersi conto della reale situazione del futuro parcheggio. Il filmato è disponibile sul canale Youtube IN PROGRESS al quale ci si può iscrivere gratuitamente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui