TRA LE FERMATE PORTO E POLITEAMA SI LAVORA IN SOTTERRANEA DALL’ANNO SCORSO

Sull’anello ferroviario una nuova tappa verso il completamento della tratta in cui attualmente si lavora, la Giachery-Politeama. Oggi è stata “forata” la galleria che collegherà la fermata Porto, collocata all’altezza dell’ingresso S. Lucia in via Crispi, con la stazione Politeama, sottostante piazza Castelnuovo.

Come ricorderete le strutture di questa stazione, attualmente in fase di rifinitura, sono pronte da tempo, ed i lavori in superficie ormai conclusi dall’inizio dell’anno scorso. Contemporaneamente, si è cominciato a scavare in direzione Porto, proprio sotto l’asse di via Amari dove, negli anni precedenti, era già stata realizzata la struttura della galleria: piedritti costituiti da pali secanti trivellati dall’alto e solettone di copertura. QUI potete vedere un filmato esplicativo dei lavori eseguiti.

Scavi quindi effettuati in tutta sicurezza e senza interferire con la viabilità di superficie. Nello stesso tempo, è stato aperto un “fronte di scavo” dal porto verso la stazione Politeama. Adesso i due fronti di scavo, dopo aver percorso quasi interamente gli 850 metri che separano i due imbocchi, sono entrati in contatto sotto la via Emerico Amari.  Il lavoro di scavo non è ancora concluso, dato che il contatto tra i due fronti di scavo è costituito da un semplice “foro” della larghezza di pochi decimetri; la parte di galleria da scavare ancora a piena sezione è lunga circa 30 metri, ed è compresa tra l’incrocio con la via Ruggero Settimo e quello con la via Isidoro La Lumia

Sono già in corso i lavori di “slargo” del foro, per raggiungere la sezione definitiva: l’operazione sarà svolta entro una settimana. A quel punto occorrerà realizzare la platea di fondo della galleria, che va a chiudere il rivestimento interno in calcestruzzo armato, ed i muri in calcestruzzo armato a ridosso delle due paratie laterali di pali. Pertanto la galleria non è ancora completa: non lo è lo scavo, per soli 30 metri, e non lo è la struttura, per le opere strutturali ancora da completare. Tuttavia essa si trova ad un ottimo stato di avanzamento, suggellato dal foro che mette in comunicazione i due fronti.

Si procede quindi alacremente verso la conclusione delle opere civili, prevedibile entro la fine dell’anno prossimo. E’ facile comunque prevedere che il servizio lungo l’anello, da Notarbartolo a Politeama, compresa l’attivazione della fermata Libertà, non potrà avvenire prima della fine del 2024. Nel frattempo, dovrebbero essere già nel vivo i lavori per la “seconda fase” che prevede il tratto di completamento tra Politeama e Notarbartolo.

Sull’argomento, “In Progress” ha realizzato numerosi articoli, che potete trovare ai link che seguono. Consigliamo in particolare il filmato del webinar sulla stazione Libertà, dove la grafica aiuta a comprendere le strutture sotterranee di cui abbiamo accennato sopra. Alcune immagini, tratte dal sito dell’impresa esecutrice D’agostino Costruzioni, aiutano a comprendere i lavori svolti.

LINK:

anello ferroviario
Accesso lato porto della galleria in costruzione; fonte: https://www.dagostinocostruzioni.it/
anello
Rivestimento della galleria dopo lo scavo, tratto Porto-Giachery; fonte: www.dagostinocostruzioni.it
Vista dei volumi della stazione Politeama, livello mezzanino; fonte: https://www.dagostinocostruzioni.it/
Anello ferroviario, il tracciato completo e la fase II
Anello ferroviario, il tracciato completo e la fase II, di prossima attuazione: il progetto è in fase di validazione