LA FREGATURA DELL’ALTA VELOCITA’ MERIDIONALE



Pochi giorni fa abbiamo appreso dalla stampa che l’offerta ferroviaria verso il sud si arricchirà di nuove corse, addirittura ad Alta velocità. Veniva riportato entusiasticamente che, ad opera di Trenitalia “Si aggiungono altri 14 treni AV straordinari sulla rotta Milano-Reggio Calabria tra la fine di agosto e gli inizi di settembre…”. In tal modo “..salgono così a 50 le Frecce in più lanciate, nelle ultime settimane, dall’arco di Trenitalia”… Ottimo annuncio, non c’è che dire: finalmente Alta Velocità per tutti, ed a tutte le ore. Peccato che le frecce di Trenitalia da e per il sud siano piuttosto spuntate. E parecchio salate.


Per rendercene conto, prendiamo ad esempio una di questi velocissimi treni sulla tratta VillaS.G.-Napoli Centrale, percorsa dalle “frecce” prima d impegnare le linee AV verso il nord. Il Frecciarossa 9534, in partenza da Villa S.Giovanni alle ore 7:15, costituito da un elettrotreno ad alta velocità (ETR500, capace di correre a 350 km/h), percorre la tratta in 4 ore e 13 minuti, con una velocità media di 96 km/h soltanto. In pratica, poco più di un quarto delle sue possibilità, anche perché, lungo il tragitto, effettua la bellezza di 8 (otto) fermate. Per quanto riguarda il prezzo del biglietto, quello delle “Frecce” è molto variabile con le “classi” (esistono ben 16 combinazioni di prezzo!), ma non con la velocità. In pratica, è uguale, che si viaggi a 350 o a 90 chilometri l’ora. Il posto più economico, che si chiama per l’appunto “economy standard” è quotato sulla Villa S.G.-Napoli a 57,90 €. Ma, se non si trovano posti liberi, o se si vuole provare l’ebbrezza del lusso, può capitare di dover sborsare anche 185,00 € (executive).


Proviamo a fare il confronto con un treno a velocità “normale”: ad esempio l’intercity 728, in partenza da Villa S, Giovanni alle 11:50 e composto da una semplice locomotiva e vagoni trainati: esso impiega 4h 27’ ed effettua “solo” 5 fermate. Il biglietto più economico si può trovare a al prezzo di 32,90 € (Economy 2° classe), il più salato a 66,00 € (Base, 1° classe).


Ricapitolando: sulla tratta Villa San Giovanni-Napoli Centrale, il velocissimo Frecciarossa impiega soltanto 14 minuti in meno di un “normalissimo” Intercity. In compenso, spendiamo 25 € in più, ma solo se ci accontentiamo della classe economy. Se siamo più esigenti, o particolarmente sfortunati, possiamo arrivare a spendere 152,10 € in più ! In altri termini, per risparmiare il 5% del tempo, ci tocca spendere almeno il 76% in più!

Qualcosa che ci ricorda la famosa pubblicità 2 fustini di detersivo al prezzo di uno: chiunque avrebbe scelto i 2 fustini, ma nella pubblicità il protagonista si tiene stretto il suo, quello più costoso.. Ma, in quel caso, come ci spiegava egli stesso, si trattava di quello più “performante” in termini di lavaggi effettuati. Nel caso dei viaggiatori, dal momento che la “performance” è praticamente la stessa, il passaggio dai “vecchi” Intercity alle fiammanti frecce al doppio del prezzo ma senza incrementare la velocità se non per il tempo di un caffè, sa tanto di fregatura…. Per i viaggiatori meridionali, ovviamente, non per Trenitalia.

La quale provvede volentieri a rimpinzare di Frecciarossa e Frecciabianca la Salerno-Reggio Calabria, in vista di guadagni così interessanti, evitando accuratamente di incrementare i treni Intercity, che, a livello pressoché identico di prestazioni, costano molto ma molto meno al viaggiatore.


Ma è tutta colpa di Trenitalia? In effetti no. Le Frecce sono effettuate a “mercato”, mentre gli Intercity viaggiano sulla base di un contratto nazionale di servizi, gestito dal Ministero per le Infrastrutture e Trasporti, con prezzi prestabiliti. Toccherebbe a quest’ultimo, per l’obbligo istituzionale di favorire l’interesse pubblico, incentivare un servizio che in termini qualità/prezzo è più conveniente per l’utenza. Invece, il MIT fa finta di niente, lasciando mano libera a Trenitalia che, a poco a poco, incrementa un’offerta alternativa rifilando, al prezzo che vuole, questa finta Alta Velocità ai viaggiatori; per di più, prelevandoli anche nei centri più remoti, grazie al numero spropositato di fermate lungo il percorso. Con buona pace di quei sindaci che, in occasione dell’arrivo delle Frecce nel loro paese, hanno mobilitato banda musicale e parroco.


Nelle figure: orario e prezzi del Frecciarossa 9534 e dell’intercity 728 sulla tratta Villa S.G.-Napoli Centrale









  • Google+ Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Palermo in Progress
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now