REPORTAGE ESCLUSIVO: SIRACUSA-GELA, LO STATO DEI LAVORI

Aggiornato il: mar 9

Sicilia in Progress è tornata sul cantiere della A18 Siracusa-Gela tra Rosolini e Modica per offrirvi una serie di straordinarie immagini tratte dai cantieri in piena attività. Va ricordato che dopo l’avvio dei lavori, avvenuto nel 2014, nell’estate del 2017 si è registrato un sostanziale blocco degli stessi a causa delle problematiche di liquidità dell'impresa mandataria dell'Associazione di Imprese esecutrici, la Condotte s.p.a. entrata in concordato preventivo. Un lungo periodo di passaggi burocratici è stato necessario per assegnare i lavori all’impresa associata COSEDIL, che ha preso in carico l’intero appalto ed i rapporti con le imprese fornitrici e subappaltatrici, in modo da far ripartire i lavori all’inizio dell’estate scorsa, dopo circa 2 anni.


Fortunatamente, ci consola il fatto che l’andamento dei lavori si presenta soddisfacente, al punto da far preannunciare l’apertura del primo tratto, da Rosolini ad Ispica, entro il 30 agosto prossimo. In effetti, la tratta si presenta per almeno metà dei suoi 7,5 chilometri. Risulta pavimentato anche il viadotto Scardina lungo 657 m., costituito da due travi continue in c.a.p. da 12 campate ciascuna.


Sono inoltre pronti i vari sottopassi e sovrapassi che consentiranno la continuità della viabilità locale, ovvero le strade provinciali e regionali che da Ispica si dipartono in direzione Pachino, S.Maria del Focallo e Pozzallo. In questi giorni si lavora proprio alla ultimazione delle opere di convogliamento ed allontanamento delle acque meteoriche ed ai cavidotti in corrispondenza degli attraversamenti, al fine di spostare sulle opere realizzate la viabilità ancora in sede. Si procederà al completamento della pavimentazione e dei guard-rail, già visibili nel tratto più prossimo allo svincolo di Rosolini. Qui le rampe sono già pronte e pavimentate.


Procedendo verso Modica si entra nel lotto n° 8, più indietro come avanzamento. Qui si lavora alacremente all’opera principale, insieme alla galleria "Mandravecchia" lunga circa 820 m., già completata da tempo: il viadotto Salvia, lungo 1657 m e costituito da due travate in c.a.p. affiancate, suddivise in 29 campate da circa 57 metri ciascuna. Quest’opera viene realizzata mettendo insieme, in opera, conci prefabbricati realizzati in un apposito cantiere, situato nei pressi del viadotto Scardina, costruito con la stessa metodologia. Al momento dell’interruzione dei lavori, erano state varate le prime 14 campate della pista in direzione Siracusa. Dopo la ripresa dei lavori sono state realizzate altre 3 campate, ma ci si è dovuti fermare perché manca la pila lato Modica della quindicesima campata: essa, infatti, non era stata ancora realizzata, così come altre pile di quest’area, ricadenti sul tracciato della SP 46 Ispica-Pozzallo.


Per non perdere altro tempo prezioso, in attesa del completamento delle pile mancanti, per il quale si rende necessario lo spostamento della strada provinciale, ai primi di novembre dell’anno scorso il carro-ponte è stato riportato all’estremità lato Siracusa, in modo tale da poter iniziare la costruzione della pista in direzione Modica, affiancata a quella già esistente. Da li, la struttura ha ripreso la sua opera realizzando, ad oggi, altre 10 campate, con l’undicesima in fase di completamento proprio in questi giorni. Nel frattempo, come vediamo nelle foto, si lavora alle “spalle” (appoggio estremi del viadotto) lato Modica, di cui sono state realizzate le fondazioni “a pozzo”.


La sintesi dell’andamento dei lavori sul “Salvia” è evidenziata nel grafico riportato di seguito, dove si può osservare la progressione del varo delle 28 campate già eseguite sulle 58 che in totale formeranno il viadotto. In pratica, siamo quasi a metà dell’opera. Presumibilmente, se si mantiene il ritmo di 3-4 campate al mese, si può pensare di concludere i lavori di questo viadotto entro 7/9 mesi. Senza altri intoppi, potremmo prevedere l’apertura al traffico dell’intera tratta fino a Modica per fine 2021.



Tratto Rosolini-Ispica, nei pressi del sottopasso con la SR 38

Sottopasso della SR 38 Rosolini-Ispica


Vista dal sovrapasso della SR 38, direzione Modica

Vista dal sovrapasso SR38, direzione Rosolini



Carroponte sul viadotto Salvia, situato sulle campate 10 ed 11 in direzione Modica



Viadotto Salvia, schema dell'avanzamento dei lavori


Viadotto Salvia, fondazioni "a pozzo" della spalla lato Modicaa spalla

Vista del viadotto Salvia da contrada Graffetta





Viadotto Salvia, estremità della parte di pista direzione Siracusa (sulla destra) già realizzata; si lavora adesso alla pista a fianco, direzione Modica

0 visualizzazioni
  • Google+ Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Palermo in Progress
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now