NESSUNA TRATTA DELLA NUOVA LINEA AC SARA’ DEFINANZIATA

Recenti comunicati sindacali, in particolare di CGIL e CISL hanno paventato tagli ai finanziamenti delle tratta Enna – Caltanissetta Xirbi e la Lercara – Caltanissetta Xirbi della linea ferroviaria Palermo-Catania, da riqualificare come asse strategico ad Alta Capacità inserito nella rete Core europea TEN-T.

«Alcune importanti città delle nostre province da tempo sono state private della mobilità ferroviaria – aggiunge Carmela Petralia, segretaria generale della Cisl di Agrigento Caltanissetta Enna, – il processo evidentemente non è destinato a fermarsi se a farne le spese saranno tratte strategiche e fondamentali come la Enna – Caltanissetta Xirbi e la Lercara – Caltanissetta Xirbi. Queste scelte sono da contestare perché aggravano la situazione in territori già disagiati che assistono impotenti al fenomeno dello spopolamento».

Niente paura: come abbiamo spiegato in questo articolo, i fondi del PNRR destinati a queste opere sono effettivamente stati revocati, ma sostituiti con fondi esistenti nell’ambito del contratto di Servizio tra Rfi e Ministero delle Infrastrutture. Ciò perchè i fondi del PNRR non possono essere utilizzati per opere che non potranno entrare in esercizio prima del giugno 2026, come quelle citate.

Stiamo peraltro parlando di opere già appaltate, con progettazione esecutiva e persino lavori già in corso: impossibile, ai sensi del Codice dei Contratti Pubblici definanziare tali opere, in vigenza di un contratto con le imprese esecutrici, giuridicamente vincolante.