Inizia l’operatività del terminal container di Augusta, che va a sostituire la struttura in uso nel porto di Catania 

Con la nave portacontainer Michigan, operata da Msc e proveniente da Gioia Tauro, ha preso concretamente il via l’operatività di Est Terminal ad Augusta. Entro una decina di giorni, invece, la stessa Est (Europea Servizi Terminalistici) libererà definitivamente l’area finora occupata in concessione nel porto di Catania.

Il presidente e direttore marketing del terminal, Antonio Pandolfo, ha celebrato questo momento con un lungo ricordo del lavoro svolto finora: “Abbiamo iniziato a Catania nel 2004, con l’approdo in Aprile della prima nave container, inaugurando il nostro terminal di Catania. Oggi 23 Marzo 2024, a distanza di 20 anni, inauguriamo il nuovo Terminal Container di Augusta con l’approdo della M/V MICHIGAN. Sarà una importante possibilità di sviluppo per tutta l’economia dell’isola e delle imprese siciliane!” ha scritto in un post.

Un particolare ringraziamento è stato rivolto da Pandolfo “a tutte le Autorità, dal Presidente dell’Adsp Sicilia orientale, Ing. Di Sarcina, al Comandante del Porto di Augusta Santisi, al Direttore della Dogana di Siracusa Dott. Spina, al comandante della GDF Cap. Luisi ed a chiunque abbia dato il suo prezioso contributo. Volevo fare uno speciale e importante ringraziamento a Salvo Benfante e a Francesco Ficano e a tutti i miei colleghi per l’aiuto e il sacrificio profuso per il raggiungimento di questo importante traguardo, che è solo il punto di inizio”.

Pandolfo ha poi aggiunto: “Nell’ottica di un’attività sistemica e di razionalizzazione dei porti appartenenti (Catania, Augusta e Pozzallo), l’Autorità di sistema Portuale della Sicilia Orientale ha deciso di spostare il traffico container dal porto di Catania al porto di Augusta, specializzando Catania per il traffico crociere, ro-ro pax e ro-ro. Ad Augusta abbiamo a disposizione ampi spazi, in una posizione vantaggiosa nel Mediterraneo e in collegamento diretto con il sistema autostradale che ci consente di non interferire con il traffico cittadino. Contiamo di aprire nuovi servizi diretti e di intercettare le connessioni che attualmente servono i porti dell’Adriatico. Siamo molto orgogliosi per l’inaugurazione del nuovo terminal che apre una nuova stagione per Est e per le sue attività di sviluppo”.

Il nuovo terminal container si estende su un’area di circa 86.000 mq., è dotato di una banchina di circa 260 metri di lunghezza e un pescaggio di 14,5 metri, arrivando in alcuni punti ai 16,5 metri. Al momento il è dotato di una gru mobile MHC Konecranes da 150 tonnellate ed entro la fine del 2024 si aggiungeranno due ulteriori MHC da 150 tonnellate. Il piazzale è dotato inoltre di 6 stackers di ultima generazione, frutto di un importante accordo con Sany, e nel corso dei prossimi anni sono previsti ulteriori investimenti che vedranno il terminal dotarsi di infrastrutture e attrezzature totalmente green.

Sempre Pandolfo ha fatto sapere che il gate è bidirezionale e dotato di pesa per emissione diretta Vgm, verrà totalmente automatizzato nel corso dell’anno, conta già sull’autorizzazione per il regime di custodia temporanea e, nel breve/medio periodo, vedrà implementata un’area totalmente coperta riservata ai controlli doganali, dotata di uffici messi a disposizione dall’Autorità Doganale e dove si potranno effettuare 7 verifiche contemporaneamente. Il piazzale dispone poi di un’area per i reefer in cui sono già presenti 170 plugs, che diventeranno 550 entro il 15 marzo 2025.

A comnentare il primo scalo al nuovo terminal container di catania è stato anche William Munzone, amministratore delegato di Msc Sicilia. “Una data storica per la Sicilia, per la portualità e l’economia siciliana” l’ha definita. “Il tanto agognato trasferimento del traffico container da Catania ad Augusta si è realizzato. Oggi 23 marzo 2024 – ha scritto – la portacontainer MSC MICHIGAN ha sbarcato il primo container nel suolo del porto di Augusta. Ed è significativo che la prima nave portacontainer sia una nave della nostra flotta. Le ricadute economiche per il comparto aziendale del Sud-Est della Sicilia saranno tali da creare dinamiche virtuose e opportunità per l’export. Un traguardo che è stato raggiunto grazie alla visione lungimirante del Presidente dell’AdSP della Sicilia Orientale, Ing. Francesco Di Sarcina, e alla disponibilità e determinazione della EST, e del suo Presidente Antonio Pandolfo. Buon vento Port of Augusta”.

fonte:shippingitaly.it