STRADE E FERROVIE FORTEMENTE COMPROMESSE DAL MALTEMPO DEGLI ULTIMI GIORNI. LA SITUAZIONE

Danni ed allagamenti non si contano in Sicilia orientale, e soprattutto nel catanese.

Nel primo pomeriggio è stato necessario chiudere la tangenziale di Catania, per allagamento al km 3,200, all’altezza di Gravina di Catania, in direzione Messina, dove la sede autostradale è allagata. In direzione Siracusa il traffico è fortemente rallentato. Il personale di Anas e le squadre di manutenzione sono state al lavoro per ripristinare la circolazione nel più breve tempo possibile. La circolazione è stata ripristinata soltanto nel tardo pomeriggio, ma permangono tuttora i rallentamenti.

Il personale di Anas ha chiuso alla circolazione la strada statale 192 “Della Valle del Dittaino” in prossimità del km 81, a Catania, per lo straripamento del fiume Simeto, che ha allagato la sede stradale.

Non si contano gli allagamenti e le interruzioni al traffico nella reB te provinciale e comunale, con particolare riferimento alle falde dell’Etna ed alla zona di Scordia, dove si sono registrati, tra ieri e oggi, due morti ed una donna dispersa.

Per quanto concerne le ferrovie, la circolazione ferroviaria è ancora sospesa sulla linea Catania-Caltagirone, dove le forti piogge di questi giorni hanno provocato ingenti danni, in più punti, all’infrastruttura ferroviaria e agli impianti di segnalazione e circolazione.

Il perdurare delle cattive condizioni meteo non consente l’intervento dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) per i lavori di ripristino e rende difficoltoso anche il servizio sostitutivo con bus.

Binari allagati, invece, nella stazione di Bicocca, con interruzione del tratto di linea Lentini Diramazione-Bicocca-Catania Acquicella.

Vi terremo aggiornati sulla situazione nelle prossime ore

maltempo sicilia